Loki Mitologia norrena

This post is also available in: Inglese Norvegese Bokmål Danese Finlandese Svedese Estone Lettone Lituano Arabo Cinese semplificato Francese Tedesco Giapponese Polacco Russo Spagnolo Ungherese Ucraino Olandese

La mitologia del naso di Loki rappresenta un aspetto molto interessante della storia norrena. Nella mitologia norrena, Loki era considerato un astuto imbroglione con la capacità di cambiare sesso e forma. Si ritiene che il padre sia il gigante Fárbauti e Laufey, mentre i fratelli sono Býleistr e Helblindi. Sposò Sigyn e ebbero un figlio chiamato Nari o Narfi.

Loki era il compagno di grandi dei, tra cui Thor e Odino. Li ha aiutati con piani intelligenti anche se, in alcuni casi, ha causato loro difficoltà e imbarazzo. Loki è rappresentato come il nemico degli dèi, poiché è entrato nel loro banchetto senza invito e ha persino preteso le loro bevande.

Loki fu la causa principale della morte del dio Baldur. Per questo, per punizione, fu legato a una roccia che ricordava le figure greche di Tantalo e Prometeo. Inoltre, il sesso di Loki è sconosciuto perché, a volte, è un maschio, mentre in altri casi è una femmina.

Qual è il genere di Loki?

In tutta la mitologia norrena, il sesso di Loki cambia continuamente nelle diverse storie. Anche se nella cultura popolare e nei miti Loki è descritto come maschio, di solito non è così. Ad esempio, in Þrymskviða, Loki e Thor fingono di essere l’ancella e Freyja per ottenere il martello di Thor, Thrym, un re di Jötunn. L’evento ha suggerito che la trasformazione in ancella è stata più che altro una trasformazione, come è evidente nell’estratto seguente:

Allora Loki parlò, figlio di Laufey:

“Come la tua serva vado con te;

Noi due ci affretteremo verso la casa dei giganti”.

26. Lì vicino sedeva la serva saggia,

Così bene   rispose alle parole del gigante:

“Freyja ha digiunato otto notti dal cibo,

Così forte era il suo desiderio di Jotunheim”.

Sebbene Loki sia il padre della maggior parte dei bambini, è il padre di uno di loro. Nelle storie narrate da Gylfaginning, Loki si rivolge a un cavallo femmina per attirare lo stallone. Quando torna, è incinta e in seguito dà alla luce Sleipnir, un cavallo a otto zampe che diventa il destriero di Odino.

Attributi di Loki

Loki è la creatura della malizia. È un imbroglione oltre che un esperto bugiardo. A parte gli attributi negativi, è un uomo burlone, disponibile, intelligente e dotato.

Loki il Joker

La versione tipica di Loki era raffigurata nel poema Lokasenna dell’Edda poetica. Il poema inizia ad Aegir, un dio del mare, nella cui sala gli dei bevevano e banchettavano a sazietà. La folla ha lodato i servitori di Aegir, Elder e Fimafeng. La questione ha spinto Loki a offendersi e a uccidere Fimafeng. La questione ha fatto sì che gli dei maledicessero Loki, costringendolo a uscire.

Dopo qualche tempo, Loki tornò con l’intento di combinare qualche guaio:

“Entrerò nella sala di Ægir,

Per la festa che si vorrebbe vedere;

Balle e odio che porto agli dei,

E il loro idromele con il veleno lo mescolo”.

Loki l’utile

Loki mostra un lato diverso della sua personalità in un episodio che coinvolge il Mjölnir. Mostrando la sua disponibilità, Loki aiutò a trovare il martello che mancava. Inoltre, Loki e Feya realizzarono un mantello di piume di falco che permise loro di scoprire e pilotare rapidamente la posizione del martello.

In seguito, Loki volò a Jötunheimr, dove si avvicinò a Thrym. A quel punto, Thrym dichiarò di aver rubato il Mjölnir e di averlo nascosto a circa otto leghe sotto terra. Inoltre, disse che non avrebbe restituito il martello finché non avesse sposato Freya. A seguito dell’evento, Loki fu doveroso e tornò ad Asgard per informare gli dei della notizia:

“Ho dei problemi e anche delle notizie:

Thrym, re dei giganti, conserva il tuo martello,

E nessuno la riporterà indietro

Se Freyja vince non sarà sua moglie”.

Loki il Mutaforma

Si ritiene che Loki sia il più grande mutaforma, poiché ha utilizzato i suoi talenti in modi sorprendenti. In uno dei libri della Prose Edda, il mutamento di forma di Loki prende una certa piega drammatica. La storia inizia quando un capomastro e gigante delle colline si avvicinò agli dèi, offrendosi di erigere una fortezza inespugnabile per proteggere gli dèi da jötnar, il suo nemico.

I trucchi maliziosi di Loki nella mitologia norrena

Loki è una delle creature più famose della mitologia norrena. Loki è considerato un dio imbroglione e alcuni dei suoi trucchi includono la morte di Balder, la rovina del banchetto di Aegir e l’inganno del capomastro. Ha anche scelto di essere la definizione di disordine.

La morte di Balder

Balder era figlio di Odino e fratellastro di Thor. Era il dio della purezza e della luce ed è descritto come un individuo la cui bellezza era ineguagliabile. La maggior parte delle persone lo adora per la sua misericordia, poiché era l’epitome del bene e della saggezza.

Anche se Balder era immortale, una profezia affermava che un giorno sarebbe morto. Per evitare che la profezia si realizzi, la madre visitò ogni entità del cosmo per assicurarsi che il figlio non venisse danneggiato. Purtroppo, ha evitato di consultare il vischio, ritenendo innocuo minacciare la vita del ragazzo.

La svista fatale arrivò a Loki, che usò il fratello per uccidere Balder. Loki ricavò una freccia da un vischio e diede al fratellastro cieco di Bader il compito di lanciarla verso di lui. Höðr non esitò a fare ciò che gli era stato chiesto, poiché credeva che nulla avrebbe danneggiato il fratello. Purtroppo, la freccia lo colpì, facendolo morire.

Rovinare il banchetto di Aegir

Quando Aegir ospitava un grande banchetto per tutti gli dei, Loki divenne geloso delle lodi che Fimafeng, l’Anziano e i due servitori di Aegir avevano nei suoi confronti. Il problema ha spinto Loki a uccidere Fimafeng. L’uccisione, a sua volta, provocò l’ira di altri dei che lo cacciarono dalla sala.

Ingannare il capomastro

Un giorno il capomastro e un gigante si rivolsero agli dèi proponendo di costruire un enorme muro di protezione. Doveva svolgersi ad Asgard, che era la dimora del dio degli Æsir. In cambio, chiese la dea Freya, la Luna e il Sole.  Anche se gli dei erano d’accordo con le sue condizioni, dissero che il lavoro doveva essere completato il primo giorno d’estate.

Gli dèi ritenevano che Loki non avrebbe portato a termine il compito nel tempo previsto. Tuttavia, con grande sorpresa, il gigante, così come il suo stallone Svadilfari. Poiché gli dei non volevano perdere Freya, ingannarono Loki, che attaccò ulteriormente gli dei prima che Thor lo schiacciasse.

Fatti su Loki

  • Loki ha ingannato Hod, fratello di Baldur, per ucciderlo.
  • Loki ha rubato la collana d’ambra di Freya, che Heimdal ha recuperato dopo averlo combattuto.
  • Loki è il padre di Hel
  • Loki significa vicino nella mitologia norrena antica.
  • Loki mentiva ai nani in ogni occasione che gli si presentava.