Cinque varianti di poker popolari da provare

This post is also available in: Inglese Norvegese Bokmål Danese Finlandese Svedese Estone Lettone Lituano Arabo Cinese semplificato Francese Tedesco Giapponese Polacco Russo Spagnolo Ungherese Ucraino Olandese

Tutti conoscono il poker. Il poker è uno dei giochi più popolari al mondo, conteso con il blackjack. È stato il tema di film, romanzi, studi accademici e innumerevoli articoli. Oggi esistono più versioni di poker di quante se ne possano contare, ma alcune sono più popolari di altre e influenzano le altre.

Questo articolo spiega le basi dei cinque tipi più comuni che si trovano online e come distinguerli l’uno dall’altro.

Guardando al passato

Le origini del poker sono incerte e il suo DNA indica diverse direzioni. Alcuni storici sostengono che il gioco come lo conosciamo sia stato sviluppato negli Stati Uniti durante il XIX secolo. Ancora, nomi e regole simili compaiono in Irlanda, con Poca, France e Poque. La versione tedesca della parola “pochen” significa “vantarsi”, mentre in Gran Bretagna il gioco era chiamato letteralmente “brag”.

Uno dei primi riferimenti alla questione proviene dall’edizione del 1837 del Foster’s Complete. Foster sostiene che il poker americano deriva da un gioco persiano chiamato As Nas. Tuttavia, le regole del poker sono comuni a innumerevoli altri giochi di carte. Le combinazioni sono piuttosto ovvie, come coppie, sequenze e semi. Sono disposti, come ci si aspetterebbe, in base alla probabilità di comparsa di quella combinazione. I più rari sono anche i più alti.

Cinque varianti di poker popolari da provare
La Scala Reale è la mano più grande del Texas Hold’em.

Conoscere la differenza

In questa sezione, leggerete i tipi di poker più comuni che troverete in giro. Esistono molte piattaforme gratuite online dove è possibile esercitarsi e padroneggiare ogni versione. Ecco le regole di base e le principali differenze.

Il Texas Hold’em è la variante più tradizionale, a mani basse. In questa versione, i giocatori iniziano con due carte ciascuno e un giro di puntate al buio. Dopo questo giro, tre carte vengono scoperte e altre due seguono nei turni successivi. Ogni turno inizia con un giro di puntate. Le carte scoperte sono chiamate “carte comuni” e compaiono anche in altre varianti.

Omaha

Possono giocare a Omaha fino a dieci giocatori. In questo caso, i giocatori iniziano con quattro carte in mano, chiamate “hole cards”, anche se solo due di esse possono essere combinate con quelle sul tavolo. Le carte comuni vengono distribuite in tre turni, come nel Texas Hold’em. L’Omaha ha le proprie varianti, come l’Omaha Hi/Lo e l’Omaha/8.

Stallone

Nei giochi stud, i giocatori ricevono cinque o sette carte, con le quali devono realizzare le loro combinazioni. Il Seven-card Stud è probabilmente il più popolare di questo tipo. Non c’è una carta comunitaria qui. Invece, il gioco inizia con una carta rivolta verso l’alto e due rivolte verso il basso, chiamate “door card” e “hole card”. I giocatori ricevono sette carte, di cui tre coperte.

Poker a estrazione

Nel draw poker, i giocatori hanno la possibilità di scambiare le carte per migliorare il proprio gioco. In genere, i giocatori possono scambiare fino a tre carte. La versione più diffusa si gioca con cinque carte.

Razz

A differenza dei tipi più tradizionali, in questa variante i giocatori devono ottenere la mano più bassa per intascare il premio. Puntare alla mano più bassa cambia completamente il gameplay. Non è così popolare come le altre varianti, ma è comunque comune sulle piattaforme online.