Passi rapidi per trovare lavoro come immigrato

Quasi tutti hanno l’impulso di trasferirsi in un nuovo posto, di impostare la propria vita e di realizzare i propri sogni. Inutile dire che è naturale per qualsiasi essere umano voler fare nuove esperienze, esplorare il mondo e sfidare se stesso.

Le persone che sono immigrate con successo e hanno stabilito una casa in un nuovo Paese confessano che l’immigrazione è solo la parte più facile. Non è l’ottenimento del visto e del permesso di soggiorno che può essere un compito arduo. La vera sfida inizia quando ci si trova in questa terra straniera e si deve trovare un lavoro per andare avanti.

Una cosa che riguarda l’essere un espatriato è che ci vuole un po’ di tempo per imparare il nuovo ambiente, creare contatti e rimettere in moto la vita. Ma in mezzo a questa confusione dovete muovervi con rapidità e contattare nuovi amici che molto probabilmente vi introdurranno nel mercato del lavoro locale.

Tutto e tutti sembrano strani, eppure la vita deve andare avanti.

In mezzo a questa confusione e a questa sensazione di imbarazzo c’è la necessità di trovare un lavoro. Con un reddito proprio e un lavoro affidabile, la vita inizia a essere più tollerabile. Ma la domanda da un milione di dollari è: come si fa a trovare il primo lavoro in un nuovo paese?

1. Essere più attivi durante il mese estivo, quando la maggior parte dei dipendenti va in vacanza.

Nella maggior parte dell’Europa, degli Stati Uniti, del Canada e dell’Australia, il godimento delle ferie annuali fa parte del contratto di lavoro. Dopo un lungo periodo di fatica e sudore, ai dipendenti viene sempre concesso fino a un mese (più o meno) per andare in vacanza.

Durante le festività natalizie, la maggior parte delle aziende si trova al di sotto del proprio fabbisogno di risorse umane, pur dovendo mantenere stabile la produzione. È qui che è necessario inviare attivamente candidature e C.V. Di sicuro, questa è soprattutto la stagione estiva e i datori di lavoro sono molto disperati.

Potreste iniziare come sostituto di qualcuno che va in vacanza. Ma ricordate che una volta ottenuto il primo datore di lavoro, sarà più facile ottenere molte altre opportunità. Come lavoratore straniero, il primo datore di lavoro può trattenervi se siete un esecutore o se fungete da referente per un altro lavoro altrove.

2. Strutturare il vostro C.V. per un mercato del lavoro più ampio

Nella maggior parte dei casi, strutturando il proprio C.V. si può risolvere tutto. La maggior parte delle persone è vittima di limitare il proprio curriculum a due, tre o quattro aree di lavoro. È bello essere uno specialista, sì. Tuttavia, in un nuovo Paese, tutto ciò che serve è ottenere un primo ingresso nel mercato del lavoro, da cui le cose inizieranno a girare.

Per quanto riguarda i consigli, il curriculum dovrebbe essere generico o, se avete già un’idea di quale posizione specifica è vacante, modificatelo in modo che corrisponda. Un curriculum ben fatto funzionerà bene se si conoscono già i dettagli del lavoro, ma uno generico vi esporrà a più datori di lavoro. Un curriculum generico sarà più adatto se compilate una ricerca di lavoro con un ufficio in cui diversi datori di lavoro vengono a scegliere i candidati.

3. Non discriminare i posti di lavoro in quanto immigrati

In qualità di immigrato che intende trovare lavoro in un nuovo Paese, le ambizioni possono essere elevate e ci si aspetta di ottenere prima il lavoro dei sogni. Tuttavia, potrebbe non funzionare così facilmente. Sappiate che state iniziando la vostra vita da zero.

È vero che potreste immigrare con molte competenze ed esperienze lavorative per affrontare nuove sfide occupazionali. Meritate di iniziare a lavorare in una posizione di rilievo in un’azienda redditizia. Ma potrebbe essere solo un desiderio che avvenga in questo modo. Un immigrato intelligente in cerca di lavoro tende le proprie ambizioni con cura; accetta i lavori più semplici man mano che procede.

4. Parlare e fare nuove amicizie

In quanto stranieri, forse non sapete già parlare la lingua locale. Senza questa capacità linguistica, la gente del posto potrebbe tendere a schivare e potrebbe essere molto difficile andare d’accordo. Quindi, siate più espressivi, estroversi e pronti a socializzare senza timidezza alcuna.

Vi ripagherà essere meno presuntuosi, più curiosi e molto accomodanti. In fin dei conti, siete voi a dovervi adattare per potervi inserire. Alla minima occasione, cercate di creare un rapporto con le persone che vi circondano. Se possibile, fate sapere che siete un nuovo arrivato in cerca di lavoro. Forse, grazie a questi contatti casuali, qualcuno vi parlerà di un’azienda che accoglie facilmente gli stranieri.

5. Visitare il centro per l’impiego pubblico e iscriversi come persona in cerca di lavoro.

Nella maggior parte dei Paesi sviluppati esistono centri per l’impiego ben consolidati, dove i disoccupati possono sempre iscriversi a qualsiasi opportunità. I datori di lavoro si rivolgono a loro o inviano loro opportunità che potrebbero trovare in voi un candidato ideale.

Una volta registrati presso il centro per l’impiego locale, è probabile che vi invieranno regolarmente notifiche sulle offerte di lavoro, che potrete accettare o rifiutare a seconda delle vostre preferenze. In ogni caso, poiché il personale del centro per l’impiego avrà con sé la vostra biografia, probabilmente vi invierà le opportunità di lavoro che ritengono adatte a voi.

6. Iscrivetevi a diversi siti web di lavoro

Una volta che vi siete messi alla ricerca di un lavoro come immigrati, non dovete fare altro che allargare il più possibile la vostra rete. È geniale cercare tutte le possibilità di farsi notare dai datori di lavoro presenti sul mercato.

Vi rendete conto che i datori di lavoro non verranno da voi perché hanno già tanti candidati. Quindi siete voi, come persona, a dovervi impegnare per andare da loro, affascinarli e farvi notare. Oggi nei cantieri si trovano impieghi professionali, semi-professionali, qualificati e non qualificati.

Quando vi registrate come cercatori di lavoro in molti siti, assicuratevi di attivare l’invio di notifiche di offerte di lavoro e di fornire le vostre informazioni di contatto aggiornate. I siti di lavoro vi invieranno automaticamente degli avvisi non appena si presenteranno delle offerte di lavoro pertinenti.

Ora hai il tuo primo lavoro da immigrato

Una volta che avrete seguito i passi sopra elencati e vi sarete assicurati il primo lavoro, spostate la vostra attenzione sull’apprendimento del mercato del lavoro. Non abbiate fretta di passare da un lavoro all’altro. Fate in modo che il datore di lavoro si renda conto delle vostre capacità, siate diligenti e produttivi.

Se lavorate in modo professionale e con risultati soddisfacenti, il datore di lavoro accetterà di farvi da referente nella ricerca di nuovi posti di lavoro. Per quanto possano essere feriti dal fatto che li stiate lasciando, non potranno trattenersi dall’aiutarvi a crescere.

Autore foto
Data di pubblicazione:
An avid storyteller and passionate writer with a penchant for letting people know that which they don't know while at the same time telling people more about what they may already have known. At the end, you stay informed, be curious, and get cosy.