La tua categoria di immigrato in Danimarca definisce la tua integrazione

La Danimarca non fa parte delle destinazioni più popolari per gli immigrati, ma ne riceve comunque un numero considerevole ogni anno. Naturalmente, i confini del Paese rimangono molto controllati rispetto a Paesi come gli Stati Uniti d’America, il Regno Unito, il Canada o l’Australia, dove gli immigrati privi di documenti violano i controlli di frontiera con molta facilità. In realtà nel recente passato sono volate accuse sul modo in cui la Danimarca applica leggi punitive sull’immigrazione che minano l’internazionalizzazione. Dimenticate le percezioni che si sono create sul Paese e create il vostro percorso di migrazione legale in Danimarca, come hanno fatto molti altri prima di voi.

Potreste rimanere piacevolmente sorpresi dal fatto che esistono così tante opportunità che le persone possono esplorare e sfruttare per trasferirsi in Danimarca. Ad esempio, è possibile ottenere un visto Schengen per una vacanza in Danimarca o un permesso di soggiorno a lungo termine per trasferirsi completamente. Per il soggiorno prolungato in Danimarca, i motivi comuni disponibili sono il lavoro, lo studio, il ricongiungimento familiare, lo scambio culturale o altri programmi.

Come ogni Paese, anche la Danimarca ha i suoi vari schemi o programmi che permettono ai cittadini stranieri di entrare in modo strutturato nel Paese. Essendo un piccolo Paese con meno di 6 milioni di abitanti, il Paese regolamenta rigorosamente le vie d’accesso degli stranieri. In realtà, molti potrebbero essere d’accordo sul fatto che, per quanto possa non essere difficile ottenere un visto Schengen per la Danimarca, ottenere un permesso di soggiorno a lungo termine sarà un’impresa ardua.

La Danimarca in sintesi per chi ha intenzione di visitarla o di viverci

Per cominciare, è bene che i futuri immigrati sappiano che la Danimarca si trova nell’Europa settentrionale, all’interno della grande Scandinavia. Ciò significa che le stagioni possono essere estreme, soprattutto gli inverni che possono raggiungere temperature estremamente basse. Tuttavia, il bello della Danimarca è che gli stranieri non si trovano ad affrontare discriminazioni aggressive che sfiorano il razzismo o forme così gravi. Se ciò dovesse accadere, per quanto raro, probabilmente non sarà all’altezza di quello che vediamo in altri Paesi. Almeno nessuno dovrà venire a sapere che siete stati gestiti in modo gravemente scorretto come è successo a George Floyd .

In generale, i danesi autoctoni e anche quelli che si sono completamente integrati hanno la loro vita profondamente influenzata da Janteloeven il che significa che tendono ad abbracciare piuttosto che a respingere. Naturalmente non mancheranno coloro che vi respingono o vi guardano dall’alto in basso solo per la vostra nazionalità, il vostro credo o la vostra razza, ma restano una minoranza. Nonostante ciò, le leggi danesi, in gran parte incentrate sul legge danese sugli stranieri che classifica gli immigrati in base alla loro nazionalità, determinerà i vostri diritti e privilegi nel Paese.

Ragionevolmente, avere strutture e leggi sull’immigrazione adeguate è ciò che idealmente rende un Paese organizzato. Per un immigrato che ha progetti propri e l’urgenza di trasferirsi rapidamente e iniziare una vita indisturbata in Danimarca, le leggi possono apparire fastidiose. Tuttavia, conoscendo bene la posizione del vostro Paese nella categorizzazione danese, saprete cosa aspettarvi o pianificare fin dal primo giorno.

Nel caso in cui scegliate la Danimarca come destinazione di vacanza che sicuramente sarà una grande avventura, le norme potrebbero non essere applicate nel dettaglio. In ogni caso, i gravi aspetti della legge danese sugli stranieri entrano in vigore soprattutto per coloro che ottengono un permesso di soggiorno per un periodo prolungato.

Categorizzazione degli immigrati in Danimarca in base alla loro rispettiva nazionalità

Mentre vi recate in Danimarca, sappiate che il Paese prevede tre principali categorie di immigrati ai fini delle considerazioni legali. Naturalmente ci sono gruppi speciali come richiedenti asilo o rifugiati la cui gestione dei casi si rifà in gran parte ai regolamenti delle Nazioni Unite e ad altre carte di cui la Danimarca fa parte.

1. Cittadino di un paese terzo

Sono compresi i cittadini di qualsiasi altro paese al di fuori dell’Unione Europea, dello Spazio Economico Europeo o della Svizzera. . In genere, questa categoria di immigrati deve sottoporsi a un processo di immigrazione più rigoroso e deve essere estremamente attenta a non infrangere nessuno dei vari diritti e doveri durante il soggiorno in Danimarca.

In senso generale, chi possiede la cittadinanza di un Paese dell’Asia, dell’Australia, del Regno Unito, degli Stati Uniti e del Canada. Sud America e Caraibi rientrano in questa categoria. Naturalmente, anche all’interno di questo gruppo più grande, la legge danese sugli stranieri ha ancora regolamenti specifici che vanno fino a paesi specifici.

2. Cittadini della Svizzera in Danimarca

In molti ambiti, soprattutto sul fronte economico e dell’immigrazione, la Svizzera viene trattata quasi come un’entità a sé stante nello schema delle cose. Nonostante l’appartenenza all’Europa continentale, la Svizzera ha rifiutato categoricamente di aderire all’Unione europea.

Per alcuni approfondimenti sullo status speciale della Svizzera, è possibile leggere leggere qui .

3. Cittadini dell’Unione Europea/Spazio Economico Europeo

I cittadini dell’UE sono i cittadini dei 27 Paesi membri che formano l’Unione. I paesi specifici che formano l’UE possono essere consultati su unione europea .

Sebbene l’espressione sia usata in senso lato per indicare l’UE, la Danimarca considera cittadini dello Spazio economico europeo quelli di Islanda, Liechtenstein e Norvegia.

Come già spiegato, il paese di prima cittadinanza determina l’evoluzione del caso e della situazione in Danimarca. Questo avviene fino al momento in cui ci si qualifica per ottenere l’alto status della cittadinanza danese cittadinanza danese per naturalizzazione .

Quando vi muovete, informatevi su queste preziose informazioni, in modo che ogni spostamento vi conduca al posto migliore. Molti di coloro che ottengono un permesso di soggiorno di breve durata o una residenza permanente in Danimarca spesso non si rendono conto dei limiti che hanno. La tendenza ad agire come un cittadino può portarvi a sbagliare.